PRIMAVERA NON ARRIVA MAI TROPPO PRESTO: PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ

La primavera è la prima delle quattro stagioni. Posta tra l’inverno e l’estate, simboleggia da sempre la rinascita, della natura, della vita, degli uomini, che avviene nel passaggio tra la stagione fredda e quella calda.

nature-2488176_960_720

Nelle mie divagazioni del venerdì, un breve pensiero, un cammeo, sulla primavera, una stagione che, come diceva Gilbert Keith Chesterton, non è tale «se non arriva troppo presto». Anche se, a volte, certe giornate o certi segnali ci fanno pensare che stia per arrivare, in realtà sono solo presagi, indizi che sta per sbocciare. La natura si prepara a lungo a questo evento, accorda i suoi strumenti uno ad uno finché non è pronta a suonare, per noi, il suo concerto. Continua a leggere

Annunci

LETTERA ALLA MIGLIORE AMICA CHE SI SPOSA

La vostra migliore amica si sposa e volete farle gli auguri in una maniera speciale, capace di mettere insieme emozioni e ricordi, affetto e incoraggiamento? Prendete carta e penna e scrivetele una lettera.
Come vi ho detto qualche post fa, vi sono circostanze della vita nelle quali nulla può sostituire le parole. E il matrimonio della nostra migliore amica è una di queste. Scrivere diventa l’unico modo per riuscire a trasmetterle le emozioni, i sentimenti e i pensieri, che una notizia del genere suscita in noi. La vedremo presto cominciare una nuova vita, la sua vita in veste di sposa.

wedding-3081322_960_720
Scriverle una lettera diventa allora un gesto speciale, importante e molto intimo con cui esprimere ciò che proviamo pensando a lei e alla nostra amicizia di fronte a questo evento, a questo grande cambiamento. Quelle righe sono una parte di noi e rappresentano un inestimabile dono per chi le riceve. Dicono chiaramente e immediatamente quanto teniamo, quanto vogliamo bene e siamo legati alla nostra amica. Le dicono che desideriamo, semplicemente, il meglio per lei, affinché si avveri tutto ciò che desidera e la sua vita sia piena e felice. Sono il nostro modo per accompagnarla in un momento fondamentale e molto delicato della sua vita.

Non sempre è facile trovare le parole giuste. Se avete bisogno di una mano, di qualcuno che vi aiuti a scriverla, contattatemi pure. Vi aiuterò volentieri. Qui di seguito un esempio di quello che posso fare per voi. Buona lettura! Continua a leggere

CAMMEI DI PAROLE

 L’idea di scrivere dei cammei di parole è nata per analogia con gli omonimi gioielli. Con il termine cammeo si indica, infatti, nel campo dell’arte gioielliera, una pietra o una conchiglia lavorata a tutto tondo o a rilievo in modo da ottenere suggestivi effetti di colore, sfruttando gli strati naturali del materiale intagliato.letters-773306_960_720
Suggestivi effetti ottenuti grazie agli strati naturali della pietra. E perché non fare lo stesso con le parole? Intagliare testi per descrivere luoghi e situazioni, raccontare sentimenti e accadimenti, fermare i ricordi, scrivere poesie e riflessioni? Per ottenere dei piccoli tesori che raccontano l’esperienza della vita, la semplicità e la saggezza del quotidiano. Piccole miniature preziose, dei piccoli, profumati gioielli di carta. Un piccolo regalo che fate a voi stessi e a chi vi vuole bene.

 Volete leggere un esempio di cammeo? Eccone qui di seguito quattro. Continua a leggere

COMPRARE LIBRI AL SUPERMERCATO: PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ

Non so voi, ma a me ogni tanto capita di acquistare libri al supermercato. Mi piace sbirciare tra gli scaffali, vedere cosa propongono e, se c’è qualcosa che mi interessa, prenderla.

Va da sé che l’offerta di un supermercato non è nemmeno lontanamente equiparabile a quella di una libreria, non può sostituire i consigli che un libraio complice ed esperto, profondo conoscitore di ciò che vende e dei gusti del cliente, può dare, né può sostituire le ore passate a ciondolare tra gli scaffali, a prendere un libro e riporlo, a sfogliarne un altro e leggerne qualche passo, per decidere, alla fine, quali comprare.

Eppure, nonostante tutto, anche acquistare un libro ogni tanto al supermercato è un’esperienza che ha il suo fascino. Ieri pomeriggio mi trovavo al centro commerciale e, sapendo di dover prendere alcune cose, ne ho approfittato.

Ero sicura che in quel supermercato avrei trovato buoni libri. Continua a leggere

POESIA È

Poesia è

La poesia
è bellezza senza intermediazione e spiegazioni,
è libertà nello spazio di pochi versi,
è una piccola perla preziosa,
è come una brezza sottile, è l’abbraccio di un sogno.

La poesia
è parole in movimento sull’incanto del mondo,
è note da appuntare sullo spartito del cuore.

La poesia è realtà,
è l’ode fresca del vento
sui prati della vita. Continua a leggere

FESTA DEL PAPÀ: AUGURI A TUTTI I PAPÀ DEL MONDO

 

La festa del papà è una ricorrenza oggi diffusa in tutto il mondo, che origina da una tradizione nata in America, nei primi anni del Novecento, dall’idea e per opera di Sonora Smart Dodd. Sonora si chiese perché, visto che esisteva una giornata dedicata alle madri, nessuno avesse pensato di istituire anche una giornata per festeggiare i padri. Supportata da un paio di organizzazioni locali, si attivò per colmare tale lacuna e il 19 giugno del 1910 fu celebrata la prima giornata del papà. Avrebbe voluto farla coincidere col 5 giugno, giorno del compleanno del padre, un veterano della guerra di secessione americana, ma per un ritardo nei preparativi non fu possibile.

Successivamente, la festa si diffuse in tutto il mondo, con date variabili. In Italia si è scelto il 19 Marzo, festa di san Giuseppe.

man-3218863_960_720

Un augurio a tutti i papà in questo giorno, ai quali dedico questo mio piccolo pensiero.

 

Filastrocca vestita a festa,
seduta accanto alla finestra
col cappello messo sulla a
per far gli auguri a tutti i papà.

A quelli lontani, a quelli vicini,
a quelli che, in silenzio, senza discorsi,
insegnano il coraggio, il modo di porsi
lungo i sentieri impervi della vita.
A quelli sempre sorridenti, anche
in mezzo alle difficoltà, a quelli che
lasciano un’impronta discreta
e un’orma di libertà
semplicemente comportandosi da papà.

 

© Federica per Storie in punta di righe 2018

PERCHÉ SCRIVERE UNA LETTERA

Nell’era di internet e dei social network, abituati a usare computer e smartphone e a inviare mail e messaggi, ha ancora senso scrivere una lettera? Abbiamo ancora voglia di ritagliare del tempo per sederci a un tavolo o alla scrivania e lasciare libero il cuore di confidarci le parole da scrivere a un’amica, a una sorella, alla persona che amiamo? Io credo di sì e la mia esperienza lo conferma.

correspondence-1932386_960_720

In certe circostanze, nulla può sostituire le parole e scrivere diventa l’unico modo per comunicare e riuscire a trasmettere le nostre emozioni, i nostri sentimenti e pensieri. Un gesto importante e molto intimo con cui esprimere ciò che proviamo e quanto teniamo alla persona alla quale la nostra lettera è diretta. Quelle righe sono una parte di noi, uno specchio di ciò che attraversa il nostro mondo interiore e di come viviamo quello che accade. Continua a leggere

PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ: IN GIARDINO

Quest’anno ho deciso finalmente di rispolverare guanti e palette e riprendere a dedicarmi ad una delle mie passioni preferite, il giardinaggio.

Nelle scorse settimane ho acquistato primule, tulipani già fioriti, viole, garofani e gerbere. Ho comprato bulbi e bustine di semi e alcuni vasi nuovi per sostituire quelli rotti o troppo sciupati.In questi giorni sto potando agrifogli e sarcococche, per eliminarne le parti secche e rovinate e sfoltirne i rami. Il gelo e la neve della settimana scorsa hanno pesantemente danneggiato le kalanchoe, nonostante fossero poste al riparo. Ho provveduto a tagliare le foglie che sono diventate molli: è una pianta robusta, le radici mi sembra non siano state intaccate dal ghiaccio, presto germoglierà di nuovo.

cosmos-2816218__340.jpgDomani, Continua a leggere