Io l’oceano, tu il mare.

Io l’oceano, tu il mare,
il porto di sbarco.

Le acque non conoscono confine
ma solo l’unica direzione del vento.

Siamo traccia e onde
nell’eco dell’approdo.

 

water-3322250_960_720.jpg

 

©Federica 2018 per Storie in punta di righe

Annunci

GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE

literature-3060241_960_720Oggi, 23 aprile, come ogni anno dal 1996 a questa parte, si celebra la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, con manifestazioni, fiere, festival, saloni, incontri ed eventi in ogni parte del mondo. E post sui blog ;-). Una giornata di festa che nasce per rammentare il significato e l’importanza che i libri e la lettura hanno nella nostra vita e per valorizzare il contributo fondante e fondamentale che gli scrittori danno al progresso culturale e sociale dell’umanità. Un contributo che richiede di essere riconosciuto e tutelato ad ogni livello, in particolare sul piano giuridico, attraverso specifiche norme che assicurino la protezione della proprietà intellettuale e del diritto d’autore.

 

Cosa significa leggere

Che cos’è la lettura? Cosa significa leggere?

Leggere è un viaggio che dura tutta la vita. Il bagaglio siamo noi stessi, continuamente trasportati e catapultati dalle pagine di un libro verso nuove destinazioni, avventurosi esploratori alla scoperta di terre incontaminate (e di noi stessi). Continua a leggere

LA LETTERA D’AMORE PIÙ BELLA DI SEMPRE

letter-700386_960_720.jpgSe è vero che l’amore vive di piccole cose quotidiane e di molti linguaggi diversi, scrivere una lettera resta sempre un gesto speciale e unico. Chi ama ama sapere di essere amato. Ama sentirselo dire e leggerlo. Le parole hanno sempre il grande potere di esprimere ciò che abbiamo dentro di noi, ciò che proviamo, i nostri sentimenti e di arrivare dritte al cuore di chi le riceverà, di emozionarlo o emozionarla, dicendo spesso quello che a volte non si ha il coraggio di dire di persona.
Oggi sembra strano scrivere lettere, con tutta la tecnologia che abbiamo a disposizione. Eppure, continuiamo a scriverle, ne sentiamo la necessità. Resistono, al di là dei tempi. Una lettera d’amore è un gesto molto romantico e molto bello, che resta impresso indelebilmente nel cuore di chi lo riceve.

Rileggevo in questi giorni Continua a leggere

UNA STROFA… DIMENTICATA

1280px-Logo_883.svgOggi è uscito un mio articolo su cinque canzoni degli 883 che val la pena riascoltare, cantare e, perché no?, dedicare ancor oggi (qui se volete leggerlo). La scelta non è stata semplice: molte sono le belle canzoni, soprattutto le ballate romantiche, che gli 883 hanno scritto e suonato. Alla fine ho scelto il mix che, secondo il mio gusto personale, mi sembrava più significativo.

Nel corso delle mie ricerche, ho scoperto una curiosità. In origine il testo di “Nient’altro che noi” prevedeva una strofa in più (sembra che il cantante l’abbia tolta perché, altrimenti, la canzone sarebbe diventata troppo lunga).

Riflettevo su questo fatto mentre scrivevo e mentre leggevo il testo della canzone. Continua a leggere

PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ: PERCHÉ SCRIVERE

Perché si scrive? E che cos’è la scrittura? Cosa significa scrivere? Secondo lo scrittore Aharon Appelfeld la scrittura è «la porta d’ingresso per quel mondo che sta nascosto dentro di noi. La parola scritta ha la forza di accendere la fantasia e illuminare l’interiorità.»

La scrittura è, dunque, ciò che permette il farsi e lo svelarsi di mondi che, altrimenti, rimarrebbero nascosti e incompiuti. Li manifesta e, soprattutto, li realizza. Finché, infatti, quei mondi rimangono nella fantasia dell’autore, esistono solo come possibilità. Con la scrittura, invece, diventano realtà. Ciò che io vedo e sento, attraverso la parola scritta, prende forma e vita sulla pagina.

notebook-3297317_960_720.jpgE poiché si scrive sempre per essere letti, scrivere significa far emergere e costruire quei mondi per farli conoscere ad altri. Una storia non vive per sé, ma perché altri possano entrarvi dentro e viverla a loro volta nella loro fantasia e immaginazione, Continua a leggere

STORIE PERSONALIZZATE: MI VUOI SPOSARE?

Oggi vi propongo un esempio di cosa significhi lavorare sulle storie altrui e farne un racconto che riesca a trasmettere ricordi ed emozioni. Di cosa voglia dire regalare una storia personalizzata, una storia su misura, ve ne ho già parlato. Qui se volete saperne di più.

wedding_wedding_rings_marriage_love_wedding_flowers_bride_marry_bridal-1198697Cosa accade quando l’amore resiste da molto tempo, ha attraversato alti e bassi, ha superato le inevitabili difficoltà e l’uno è diventato indispensabile per l’altra? Che lo si voglia far durare tutta la vita. E cosa c’è di meglio di una proposta di matrimonio speciale? Da ricordare per sempre?

«E arrivò anche l’ultimo giorno della loro vacanza insieme. La luce del sole filtrava chiara e discreta dalla finestra. Era la prima settimana di settembre e il mese, dopo un agosto molto caldo, era iniziato mite e senza pioggia. Continua a leggere

QUANDO NASCE UN BLOG

Oggi, dopo le mie ormai consuete divagazioni del venerdì, trovate un altro post, questo, perché voglio parlarvi di un mio nuovo progetto, un nuovo blog, a lungo pensato e, ora, da poco online.

Tutto è nato dalla constatazione che in rete si trovano molte guide sulla grammatica italiana, vi sono molti siti e portali che con le loro pagine mettono a disposizione schemi e spiegazioni delle regole principali della nostra lingua, aiutano nel ripasso di nozioni di ortografia e sintassi. Insegnano a fare l’analisi grammaticale, l’analisi logica e l’analisi del periodo, con esempi e proponendo esercizi risolti. Ma questo, oltre al fatto che lo si può fare con un buon manuale che guidi passo passo il lettore, è un approccio scolastico, poco snello, poco diretto al punto. Perché, allora, non creare qualcosa di nuovo, di diverso? Una piccola oasi nel web alla quale approdare per trovare risposte semplici a quesiti specifici, per reimparare nozioni perdute?

Ed è così che è nato Scrivere grammaticando, il mio nuovo blog, dedicato alla grammatica, al suo uso e alle sue applicazioni, alle sue bellezze Continua a leggere

NON LASCIATE CHE LA VOSTRA GIORNATA TERMINI SENZA ESSERE CRESCIUTI UN PO’. PENSIERI E DIVAGAZIONI DEL VENERDÌ

Nella mia odierna divagazione del venerdì, vi propongo il mio commento a una bellissima riflessione di Walter Whitman, più noto come Walt Whitman, scrittore, poeta e giornalista americano.

Dice: «Non lasciate che la vostra giornata termini senza essere cresciuti un po’, senza aver sorriso molto, senza aver alimentato i vostri sogni. Non fatevi vincere dallo scoraggiamento. Non permettete a nessuno di togliervi il diritto di esprimervi, che è quasi un dovere. Non desistete dal desiderio di rendere la vostra vita straordinaria.»

È un brano che, in poche righe, dice tantissimo. Parla della necessità di dare senso al tempo, di impiegarlo bene. Racchiude il significato della nostra vita. Esorta al coraggio. Esorta ad avere dei sogni e a nutrirli con costanza. Continua a leggere